NEWS
Il Psd stringe un patto con le nuove generazioni
Lunedý 07 novembre 2016

Il partito dei Socialisti e dei Democratici di San Marino mette al centro il valore del capitale umano, a partire dalle leve più giovani. Per sviluppare un’economica qualificata e attrarre investimenti.

 Aprire il sistema, farlo dialogare e interfacciare con l’esterno: per il Psd è questa la strada da imboccare per dare maggiori opportunità alle giovani generazioni – oggi mediamente molto più preparate delle precedenti – che altrimenti rischiano di rimanere al palo. Per questo è fondamentale che San Marino attribuisca un ruolo più strategico alla politica estera e anche a quella culturale.

Indirizzare le scelte di politica economica verso un modello capace di confrontarsi con quelli più competitivi, riuscendo così ad attrarre investimenti, diventa, dunque, la chiave di volta per generare una nuova economia qualificata. Un obiettivo, questo, che significa più lavoro e più risorse al fine di garantire maggiori opportunità ai giovani e, soprattutto, uno stato sociale che sia in grado di accompagnarli nelle diverse fasi della vita.

A giocare un ruolo importante è la politica culturale che vede il modello di formazione quale ‘differenziale strategico’ nella costruzione delle conoscenze e delle competenze, mettendo in primo piano il dialogo tra il mondo della scuola e quello del lavoro che va maggiormente strutturato. Del resto, per il Psd, il capitale umano è la vera risorsa di San Marino: le giovani generazioni rappresentano il futuro, il domani. Per questo è strategico cercare di valorizzarle al meglio fornendo gli strumenti utili nonché tutte le possibili opportunità. Ecco allora che l’investimento in istruzione e cultura è imprescindibile così come lo è la formazione linguistica, cui occorre porre grande attenzione sin dalla scuola dell’infanzia, che va maggiormente strutturata e potenziata.

In questo contesto anche l’Università sammarinese riveste un compito indispensabile, volto a produrre e ad alimentare progetti culturali di ampio respiro. Occorre quindi sostenere la politica di apertura intrapresa con l’inserimento in reti accademiche internazionali. Si tratta di uno scenario in cui l’integrazione europea diviene strategica in quanto fornisce la possibilità di formazione e di accesso ai programmi europei ai nostri studenti e non solo, per questo affacciarsi al mondo della ricerca diventa una necessità.

Le giovani generazioni, quindi, sono al centro del progetto del partito dei Socialisti e dei Democratici di San Marino che mira a costruire un nuovo modello-paese, nel quale proprio i giovani possano e debbano avere un ruolo di primo piano. E’ questa la visione rispetto alla quale il Psd ha deciso di lanciare la propria sfida proponendo un’alleanza per il futuro e per il presente con l’obiettivo di avere maggiori opportunità di espressione per i talenti, più formazione, più spazio al merito, più facilità nel fare impresa, più possibilità di carriera nonché un’istruzione e un sistema formativo all’avanguardia. In questi anni il Psd ha lavorato sul fronte della trasparenza e della legalità, portando San Marino fuori dalle black list, iniziando a disegnare un nuovo posizionamento internazionale e ricostruendo il rapporto con l’Italia. Tutte precondizioni fondamentali per creare nuove prospettive. I socialisti e democratici sono sempre stati protagonisti dei momenti fondamentali della storia del paese, determinandone anche le svolte: dalla costituzione dell’ISS alla scelta europea. Nel passato, come nel presente, hanno saputo mettere al servizio del territorio visione e pragmatismo. Per il Psd la prospettiva, dunque, non è quella di chiudersi in un recinto, come propongono i movimenti e le altre coalizioni, ma è quella di creare opportunità, di aprire spazi per favorire la crescita culturale ed economica. Due aspetti strettamente connessi.

Per questo la volontà è quella di stringere un patto con le giovani generazioni e lavorare insieme per costruire un futuro migliore, a partire dal presente. Per una società inclusiva. Questo capitale ideale e progettuale il Psd lo porta in dote a “San Marino Prima di Tutto” perché è la coalizione più solida per dare concretizzazione ai progetti necessari al paese che ha ancora davanti a sé un periodo molto impegnativo. Una fase che richiede l’impegno di tutte le forze strutturate con radici ideali ben ancorate, la conoscenza delle complessità e la solidità della cultura di governo.

 

Repubblica di San Marino, 7 novembre 2016

 

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici