NEWS
Comunicato Stampa congiunto PSD-UPR
Venerdý 15 aprile 2016

Giovedì 14 aprile si sono incontrate le delegazioni del Partito dei Socialisti e dei Democratici e di Unione per la Repubblica.

Oggetto dell’incontro era svolgere una serie di riflessioni su i temi più importanti presenti nell’agenda politica.

Primo fra tutti la tutela dei cittadini sammarinesi rispetto all’ iniziativa di autorità estere in campo fiscale.

Il tema è per il PSD e UPR rilevante e l’auspicio è che vi sia una risposta ferma sia a livello bilaterale che multilaterale nelle opportune sedi internazionali, tutelando sovranità e diritti di cittadini e imprese.

PSD e UPR hanno anche discusso dei temi che caratterizzeranno la tornata referendaria del 15 maggio 2016 e dei progetti che le due forze politiche stanno conducendo nel segno dell’aggregazione, Costituente Riformista e #repubblicafutura.

L’incontro ha dato la possibilità di fare il punto sul progetto di legge sulla mobilità sostenibile, presentato da UPR.

Entrambe le forze politiche auspicano che presto si possano varare i provvedimenti per fare compiere i primi passi alla mobilità elettrica nella Repubblica di San Marino, sia per quanto riguarda il trasporto pubblico che quello privato.

Il 22 aprile si celebrerà la 46esima giornata mondiale della Terra, questa data è stata scelta dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon per la ratifica dello storico accordo sul Clima di COP21, siglato lo scorso dicembre a Parigi. Questa edizione della Giornata della Terra da inizio a una nuova importantissima stagione di impegno globale per salvare il Pianeta. PSD e UPR ritengono opportuno lanciare un pubblico appello affinché la celebrazione della Terra e la salvaguardia delle risorse sia l’opportunità di intensificare l’impegno della classe politica in azioni concrete, che possano dare un significativo contributo in merito.

 

San Marino, 15 aprile 2016.

 

Partito dei Socialisti e dei Democratici            Unione per la Repubblica

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici