NEWS
Comunicato Stampa Direzione
Mercoledý 16 marzo 2016

La Direzione del Partito dei Socialisti e dei Democratici, riunitasi martedì 15 marzo, ha preso atto con soddisfazione del giudizio positivo espresso dal Fondo Monetario Internazionale in occasione dell’incontro con la Commissione Finanze, sull’azione normativa svolta in questa legislatura grazie, in particolare,  all’iniziativa politica della Segreteria alle Finanze, in merito alla trasparenza e all’adeguamento alle norme internazionali, agli interventi nel settore bancario e finanziario e all’attuazione della riforma fiscale.

Dopo 6 anni di recessione, hanno constatato una stabilizzazione dell’economia, con buone prospettive per il futuro, grazie agli effetti prodotti da queste nuove leggi.

Per continuare nel percorso virtuoso e di sviluppo, sarà fondamentale l’introduzione del sistema IVA/IGC in questa legislatura per garantire l’efficienza del sistema; i rappresentanti del FMI per favorire l’avviamento del nuovo regime IGC hanno sostenuto la fattibilità del dispositivo previsto dalla bozza di riforma, già elaborata dalla Segreteria e presentata alla Commissione Finanze lo scorso settembre, relativo al sistema di esenzione (franchigia) a favore  delle piccole imprese con un fatturato ridotto.

Si è sottolineata la validità del nuovo metodo messo in campo per la selezione e la nomina del Presidente di Banca Centrale, che ha già dimostrato di avere idee chiare e determinazione per rendere questa istituzione più efficace e funzionale alle esigenze del Paese. La nomina del Direttore, imminente, completerà il quadro dirigenziale e darà piena operatività a Banca Centrale, la cui azione non si può più limitare al mero controllo del sistema bancario e finanziario, ma deve garantire un autorevole indirizzo per il suo futuro sviluppo.

La Direzione ha poi analizzato la bozza del documento politico, elaborato in collaborazione con le forze del Tavolo Riformista, per la Conferenza programmata per il 25 marzo prossimo, ritenendolo una buona base di partenza per dare avvio ad una fase costituente che possa coinvolgere tutte le persone che si riconoscono nei valori della sinistra democratica, del riformismo e dell’internazionale socialista, per la creazione di un nuovo soggetto politico capace di rappresentare confini ancora più ampi di quelli delle singole forze che fino ad oggi hanno partecipato ai lavori del Tavolo Riformista e che sappia essere degno erede delle migliori tradizioni della sinistra sammarinese.

A questo riguardo, la Direzione ha colto con favore la proposta avanzata da alcuni sui membri di elaborare, in un momento successivo, un Manifesto che riassuma i valori di riferimento del nuovo soggetto politico, ricercando  anche il contributo di tutte le donne e gli uomini che nella loro esperienza politica hanno meglio rappresentato tali valori, hanno operato per l’unità della sinistra sammarinese, anche se attualmente non ricoprono ruoli di primo piano nelle rispettive forze politiche di riferimento.

La Direzione ha sottolineato che questo progetto non è contro qualcuno, ma per il Paese; non vuole essere un contenitore che raccoglie chiunque, ci sono connotati ideali e contenuti chiari che ne delimitano i confini e fanno riferimento al Partito Socialista Europeo.

L’appuntamento del 25 marzo è importantissimo per il PSD, perché ritiene che questo sia l’unico progetto per il futuro serio, coerente e chiaro presente oggi nel Paese.                                     

San Marino 16 Marzo 2016

L’Ufficio Stampa

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici