NEWS
COMUNICATO DIREZIONE 2 DICEMBRE 2014
Mercoledý 03 dicembre 2014

La Direzione del PSD si è riunita martedì 2 dicembre per riflettere sui risultati delle elezioni delle Giunte di Castello e sulla situazione politica.

L’Assemblea ha sottolineato la pericolosa deriva dell’astensionismo, che non può essere vista come strumento di protesta , perché è solo partecipando alla vita democratica del Paese che si esprime la propria opinione, qualunque essa sia.

Anche il pensiero negativo, sintetizzato con la frase “le Giunte non servono a niente” che alcuni hanno avanzato come giustificazione all’astensione, non è condiviso dal PSD, poiché le Giunte hanno l’importantissimo compito di mantenere e curare il rapporto con la comunità e con il territorio, rapporto quanto mai importante e da recuperare, soprattutto in periodi di crisi come quello che ancora stiamo vivendo.

Il PSD ha sostenuto fin dall’inizio che la campagna elettorale per il rinnovo delle giunte non dovesse essere politicizzata ed ha limitato la sua azione a sostenere le persone e i gruppi che lo richiedevano, senza essere invadente in alcun modo.

Per quanto riguarda la situazione politica, la Direzione del PSD ha sottolineato che il Paese è ancora in emergenza e il partito deve essere in grado di esprimere un cambiamento profondo, sulla base non solo di un rinnovamento generazionale, ma di una rigenerazione di idee ed elaborazione di progetti, sui quali aprire un confronto con tutte le forze politiche.

Siamo un partito che non vuole fare testimonianza né all’interno della maggioranza, né all’opposizione. Vogliamo incidere nella vita politica del Paese, come abbiamo sempre fatto.

Il PSD rinnova la volontà di continuare nell’azione di governo con determinazione sugli obiettivi stabiliti, sottolineando che non stiamo insieme nella coalizione “Bene Comune” solo per lealtà, ma perché crediamo ancora in quello che stiamo facendo.

Dall’analisi del voto delle giunte, se ne avevamo bisogno, abbiamo capito che nella sinistra abbiamo lasciato troppo spazio ad altri, dobbiamo quindi riconquistare e rigenerare la nostra base con un progetto politico che allarghi la partecipazione a tutte le forze e alle persone riformiste, dovunque siano collocate.

Per quanto riguarda la verifica di maggioranza che si concluderà in gennaio, dobbiamo concentrarci con gli alleati su temi, confini ed obiettivi.

La Direzione, infine, ha preso atto delle dimissioni presentate da Fiorenzo Stolfi dal partito, revocando la sua adesione.

Dopo la sospensione stabilita dai Garanti il 9 settembre U.S. , tale comunicazione rientra nella fattispecie dell’art. 6 del Codice Etico del Partito, e conclude ogni rapporto tra il PSD e Fiorenzo Stolfi.

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici