NEWS
Firmato l’accordo OCSE
Giovedì 30 ottobre 2014

Ieri, 29 ottobre 2014, il Segretario di Stato per le finanze Giancarlo Capicchioni, ha firmato l’accordo OCSE sullo scambio automatico di informazioni.

Con esso la Repubblica di San Marino, in qualità di appartenente al gruppo dei paesi ad adesione anticipata  (early adopters), adotta uno standard che la pone tra i primi 50 al mondo nel definire un sistema di relazioni tra stati e di trattamento interno delle informazioni che sancisce lo sforzo di un lustro e oltre, verso la trasparenza e l’abbandono degli opachi pilastri sui quali si basava l’economia, dall’anonimato societario al segreto bancario.

La svolta ha conseguenze anche sulla lotta all’evasione fiscale, perché consentirà l’emersione dei redditi e dei patrimoni esterni e le informazioni circoleranno anche senza un contenzioso in atto. Proprio oggi, a dimostrazione di uno schema articolato e serio, è in discussione il decreto sulla certificazione dei ricavi in via telematica.

Lo sforzo fatto sul piano fiscale e sul piano dello scambio di informazioni è fondamentale per essere inseriti nella white list italiana, definitiva certificazione della validità del nostro sistema dei controlli e passo finale per non essere sottoposti alle complicazioni burocratiche, che abbiamo subito negli ultimi  anni.

Potremo, quindi, competere alla pari con altri stati sulla base di una piattaforma condivisa di chiarezza e trasparenza, sulla quale poi spetterà alla politica ed alla pubblica amministrazione migliorare le condizioni burocratiche e implementare i servizi, per poter aggiungere condizioni di vantaggio ad un sistema senza più privilegi o scorciatoie.

Il PSD ha anticipato la tendenza internazionale verso lo scambio di informazioni automatico già nel 2011, quando ancora al centro dell’attenzione c’era lo scambio di informazioni su richiesta;  quella che all’epoca era una proposta ritenuta velleitaria ora è fatto compiuto, grazie anche all’opera interna e internazionale dell’Ex Segretario di Stato Claudio Felici.

Il PSD celebra oggi con soddisfazione la sigla dell’accordo, riconosce il lavoro della maggioranza e dell’amministrazione verso un obiettivo che non è di partito, ma dell’intero Paese. 

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici