NEWS
I FATTI DEL PSD E DI CLAUDIO FELICI
Giovedý 16 ottobre 2014

Dall’insediamento del PSD e di Claudio Felici alla Segreteria di Stato Finanze e Bilancio sono state attivate importanti politiche di riequilibrio dei conti pubblici e provvedimenti fondamentali indispensabili per creare le condizioni per nuovo sviluppo del paese basato sull’economia reale e non fittizia e per rilanciare su un piano di concretezza e dialogo costruttivo le relazioni internazionali di San Marino che hanno portato al primo importante risultato dell’uscita dalla black list.

 

Sul piano delle relazioni internazionali Claudio Felici ha gestito diversi tavoli e negoziati fondamentali per il presente ed il futuro del Paese in termini di sua sovranità e autorevole posizionamento nelle istituzioni internazionali, i più importanti:

-          con gli USA per l’accordo FATCA,

-          con l’OCSE in vista dell’adozione del Global Standard sullo scambio automatico delle informazioni,

-          con la UE per la direttiva risparmio,

-          una intensa attività sul piano bilaterale sui temi finanziari e della fiscalità che hanno portato all’uscita dalla black list e a creare le condizioni per prossimi ulteriori passaggi positivi attesi dal settore bancario e finanziario e del sistema economico,

-          creazione di un canale specifico per un accordo che riguarda le imposte indirette con relativa assistenza ai fini di un passaggio equilibrato dal sistema monofase al sistema IVA anche ai fini del superamento del T2 in tempi accelerati e nell’ottica di mantenere un differenziale competitivo di sistema,

-          la gestione delle relazioni con il Fondo Monetario Internazionale

 

Sul piano delle riforme di sistema:

-          approvazione della nuova legge IGR basata sulla equità, finalizzata alla emersione dei redditi prodotti anche all’estero affinché ciascuno contribuisca in base alla propria reale capacità contributiva, come elemento di giustizia sociale e per continuare a garantire nel tempo lo stato sociale e mantenere un basso livello di tassazione complessivo come quello attuale rispetto ai servizi erogati.

-           L’elaborazione della riforma delle imposte indirette, già completata e pronta per il confronto con le categorie economiche, sociali, professionali e l’avvio dell’iter legislativo; intervento anche indispensabile ai fini dell’accordo di Associazione con la UE e per l’attrazione di progetti imprenditoriali sul territorio;

-          Progetto di Legge per la riforma del Bilancio dello Stato pronto anch’esso per l’attivazione del confronto ai fini dell’avvio dell’iter legislativo.

 

 

Sul piano della gestione:

-          i tagli di spesa che hanno permesso di risparmiare ai cittadini la seconda tranche della patrimoniale;

-          il piano di riorganizzazione dell’Ufficio Tributario per permettere la strutturazione dei controlli ai fini di una corretta applicazione della legge IGR e per attuare una separazione tra la politica e la gestione della Pubblica Amministrazione affinché essa sia nelle condizioni effettive di lavorare con autonomia e responsabilità

-          la gestione della ricapitalizzazione di Cassa di Risparmio a tutela della stabilità di sistema.

CONDIVIDI:
© Copyright 2012 - Partito dei Socialisti e dei Democratici